Stampa

Regolamento gare 2017


L’ASD Nuoto Acque Libere Sardegna al fine di standardizzare ed uniformare le attività di nuoto in acque libere per tutti gli appuntamenti che questa Organizzazione avrà in essere nel calendario che è parte integrante del seguente regolamento per la stagione 2016, si impone il presente regolamento di sicurezza per le attività di nuoto non agonistico organizzate.   
Le attività di nuoto facenti capo al Comitato Nuoto Acque Libere  Sardegna si definiscono amatoriali non agonistiche, distinguendosi in : traversate, percorso costiero, nuotata. Aderiscono liberamente ed incondizionatamente al circuito le manifestazioni aderenti al Campionato Regionale Fin,  arricchendo e qualificando il complesso del circuito, per queste varrà il regolamento gare Fin   (Federazione Italiana Nuoto)

REGOLAMENTO TECNICO  CIRCUITO AMATORIALE NAL-2017

Ogni singola Organizzazione proponente un’attività di nuoto in acque libere aderente al Circuito Nal Sardegna, dovrà:
-    Avere il benestare autorizzativo del servizio Demanio regionale;
-    Ottenere l’autorizzazione dell’Autorità Marittima competente per territorio, nonché il benestare dell’Amministrazione Comunale, anch’essa competente per il settore demanio del territorio.
-    Contraddistiguere la manifestazione di nuoto in acque libere con i loghi Acsi e Nal per uniformarsi all’affiliazione generale Nal per la copertura assicurativa delle attività generali della manifestazione di promozione sportiva,  
-    Redigere un elenco  degli  atleti/partecipanti tesserati e condividerlo con il Socio organizzatore successivo alla propia manifestazione .
-    Verificare la rispondenza dei presidi di sicurezza previsti, dal numero, tipo, caratteristiche di partecipanti alla manifestazione e alle condizioni nell’area;
-    Condividere sportivamente e correttamente la verifica e la decisione di dare il via alla gare con “ Osservatore Nal” incaricato per l’evento.    
-    Garantire un fattivo servizio di segreteria informativa ed organizzativa prima, durante e dopo della manifestazione che dovrà rendere pubblico i risultati e classifiche della propria gara appena elaborate e trasmetterlo alle previste competenze.  
-    Provvedere a garantire durante tutto il tempo della manifestazione la presenza, alla partenza, all‘arrivo e quando possibile anche e mare, di un adeguato supporto medico di pronto soccorso, allertare il presidio medico avanzato più vicino alla località in cui si svolge la manifestazione.
-    Ogni atleta/partecipante in ogni manifestazione aderente al Circuito Nal Sardegna, all’atto dell’iscrizione alle singole attività di nuoto in acque libere, dovrà presentare un certificato medico di idoneità all’attività di nuoto non agonistico in corso di validità. Non sono equipollenti per l’iscrizione alle manifestazioni di nuoto  non agonistica  il tesseramento Fin-Uisp-Fitri etc. riferito alla stagione sportiva in corso .
-    Identificare la quota iscrizione manifestazione in euro 15,00 (quindici).
-    L’utilizzare un unico modulo iscrizione Nal, personalizzabile unicamente nella parte relativa al logo della singola Organizzazione.
-    Garantire un adeguato supporto di sicurezza in mare con un adeguato numero di battelli a motore in rapporto al numero dei nuotatori :  1 ogni 10. Con a  bordo, conduttore addestrato ed una persona di supporto, nonché, laddove disponibile, predisporre nell’immediata scia dei nuotatori la sola presenza di propulsione a remi o pagaie.
-    Garantire un fattivo sistema di cronometria che permetta lo sviluppo di una classifica d’arrivo rispondente alla realtà e priva di possibili errori o mancanze.
-    Definire in maniera netta, evidente quanto più esplicita possibile la linea d’arrivo della propria manifestazione di nuoto in acque libere.  
-    Garantire la partenza e l’arrivo della manifestazione in mare escludendo percorsi ibridi con partenza o arrivo dalla spiaggia.
-    Provvedere prima del via alla manifestazione di nuoto a svolgere un’ adeguata e comprensibile spiegazione del percorso da compiere, andando a esporre le peculiarità del percorso di gara e le regole previste dall’Organizzazione proponente l’evento. .      
-    Uniformare i partecipanti all’uso del solo costume in tessuto od omologati, secondo le normative FINA BL3/BL4 per le acque libere. L’Organizzatore può ammettere in gara atleti con l’uso di mute o costumi non regolamentari a patto che venga esplicitamente indicato nel regolamento che l’atleta non verrà inserito nelle classifiche NAL, e che l’organizzatore stesso, prima dell’inizio gara effettui un controllo accurato degli atleti,  con personale addetto competente;
-    Garantire, a fine manifestazione, un rinfresco adeguato per tutti i partecipanti.
-    Garantire una premiazione quanto più rispondente agli schemi della classifica generale Nal
-    Predisporre già in fase di richiesta autorizzazioni, un percorso alternativo (anche con distanze ridotte) in  caso di  condizioni metereologiche avverse che impediscano lo svolgimento della manifestazione programmata, ma tali da permetterne lo svolgimento con distanze ridotte.


LINEE GUIDA REGOLAMENTO TECNICO  CIRCUITO
NUOTO ACQUE LIBERE SARDEGNA

Nuoto in acque libere è definita ogni competizione che ha luogo in acque aperte come laghi, mari, fiumi e canali balneabili.
Nuoto di mezzo fondo sprint è definita ogni competizione superiore a 1,5 Km fino ad una distanza massima di km. 2,5
Nuoto di mezzo fondo è definita ogni competizione superiore a 2,5 Km fino ad una distanza massima di km. 4,999.
Nuoto di fondo è definita ogni competizione superiore a 5 Km fino ad una distanza massima di km. 14,999
Nuoto di gran fondo è definita ogni competizione superiore a 15 Km fino ad una distanza massima di km. 25.
Maratona è definita ogni competizione superiore ai 25 Km.


COSTUMI DA GARA.
Per le competizioni agonistiche-amatoriali non riconosciute da alcuna federazione sportiva, es. FIN – UISP  etc. in cui verranno applicate le norme vigenti in materia, si rimanda a quanto stabilito dalla Federazione Italiana Nuoto. Il controllo è pertinenza del Comitato organizzatore. E’ consentito l’uso di cuffia e occhialini, pinza stringi - naso, tamponi per le orecchie, nonché cospargersi il corpo di grasso. E’ vietato fare uso di muta, pinne o respiratori. Farà comunque testo quanto riportato in ogni singolo bando di gara.

PERCORSO GARA.
•  in linea retta;
•  andata e ritorno;
•  su circuito;
in ogni caso ben visibile e segnalato con boe di altezza minima di mt.1.50 e diametro di mt. 1.00;profondità minima dell’acqua mt. 1;temperatura minima dell’acqua 16 gradi.

PARTENZE
Possibilmente la partenze deve avvenire dall’acqua. La linea di partenza dovrà essere possibilmente delineata mediante corsia o similare tesa fra due punti fissi di larghezza tale da consentire l’allineamento di tutti i nuotatori.

ARRIVI
Deve essere predisposto possibilmente un traguardo fisso da toccare, facilmente
individuabile (muro o tabellone), situato in acqua della misura minima di mt. 3x 1.50 posizionato ad un massimo di cm. 50 sopra il pelo dell’acqua.
Solo quando il nuotatore avrà toccato il traguardo, la prova potrà essere considerata conclusa e solo allora l’atleta, pena la squalifica, potrà essere
è definita ogni co toccato o aiutato da altri. Gli ultimi 100 mt. dovranno possibilmente essere segnalati con boe galleggianti poste in doppia fila, ad almeno 100, 50, 30, 10 mt dal traguardo, in modo da costituire un imbuto e rendere comunque visibile l’individuazione dell’arrivo da almeno 500 mt. L’atleta deve attraversare, pena la squalifica, la linea immaginaria tra le due boe che segnalano l’inizio dell’imbuto di arrivo.

SERVIZIO ORGANIZZATIVO
Per tutte le manifestazioni è richiesta l’autorizzazione delle competenti autorità locali (Capitaneria di Porto, Prefettura, Questura di competenza) nonché la predisposizione di un servizio organizzativo atto a tutelare la sicurezza dei concorrenti e la regolarità dell’evento. E’ altresì necessario un numero proporzionale di gommoni e/o lance veloci, canoe  etc  con un numero sufficiente di incaricati a vario titolo impiegati per l’organizzazione in mare ognuno,
secondo il proprio ruolo, possa in ogni momento durante la gara espletare correttamente il compito di  assistenza e supporto al  nuotatore \ atleta.
Per il funzionale coordinamento del servizio organizzativo dovrà essere
effettuata un’apposita riunione pre-gara alla presenza del Comitato Organizzatore.

BARCA APPOGGIO.
Munita, come qualsiasi altra imbarcazione impiegata dal servizio organizzativo, delle dotazioni di emergenza richieste a norma di legge, e collegata via radio e/o telefonino con l’organizzazione a terra. E’ obbligatoria per Ogni concorrente nelle manifestazioni di Fondo di oltre 10 km e nelle manifestazioni di Gran Fondo. Non è consentita la sostituzione della barca appoggio con le solo canoa o affini.
Per le manifestazioni di Fondo autorizzate senza barche appoggio in dipendenza della conformazione a circuito controllabile a vista del campo di gara, e per le gare di mezzo fondo il cui percorso sia a più di 100 mt. dalla battigia, dovrà essere disposto, a cura dell’organizzazione un adeguato servizio di sicurezza, con punti barca fissi, fino ad un massimo di 300 mt. l’uno dall’altro lungo il percorso e motoscafi mobili tali da consentire un costante controllo degli eventi.

SERVIZIO DI GIURIA E CRONOMETRAGGIO.
E’ consigliabile che il cronometraggio delle gare di Mezzo Fondo e Fondo
possa essere svolto con le medesime modalità previste per le gare
regionali di Nuoto organizzate dalle federazioni aderenti al Coni.
I Cronometristi hanno il compito di effettuare le cronometrie d’arrivo ed assistere la segreteria nella compilazione dell’ordine d’arrivo e l’assegnazione dei tempi; ratificare l’ordine di arrivo ufficiale; presenziare la cerimonia di premiazione.


REGOLARITÀ DELLE TRAVERSATE
Sarà oggetto di squalifica:
•  ostacolare, interferire ed entrare intenzionalmente in contatto con un altro nuotatore sia che sia fatto dal nuotatore sia che sia fatto dalla sua barca appoggio;
•  toccare o essere toccati, farsi trainare o appoggiarsi a oggetti fissi o galleggianti;
•  farsi accompagnare in acqua da altri nuotatori non partecipanti alla gara;
•   il rifornimento dell’atleta da parte dell’accompagnatore direttamente dall’acqua e non dalla barca appoggio;
•  avvantaggiarsi dalla posizione della propria barca appoggio nuotando sulla scia della stessa; la barca stessa deve mantenere una posizione sempre a lato senza mai porsi davanti al nuotatore e non deve interferire o danneggiare il percorso di altri nuotatori.
Il  membro del Comitato Organizzatore che ravvisi l’irregolarità dovrà richiamare il nuotatore mediante richiamo verrà immediatamente comunicata la squalifica all’atleta; l’atleta potrà comunque concludere la gara riservandosi di fare reclamo.
L’ordine di arrivo dovrà essere ufficializzato al termine di ogni manifestazione.
La Segreteria dell’Organizzazione dovrà compilare il foglio iscrizioni; redigere l’ordine di   arrivo ufficiale compilando le seguenti classifiche:

classifica assoluta maschile
classifica assoluta femminile
classifica assoluta maschile master divise per categoria
classifica assoluta femminile master divise per categoria,
(queste ultime due classifiche possono essere omesse solo nel caso in cui le classifiche generali riportino a fianco di ogni partecipante anno di nascita e categoria master di appartenenza, desumendo così univocamente anche la graduatoria master);
consegnarlo al Responsabile dell’Organizzazione nel più breve tempo possibile; le eventuali contestazioni all’ordine di arrivo, con i tempi assegnati a ciascun nuotatore, potranno essere formalmente presentate entro 30 minuti dalla consegna o dall’annuncio dell’ordine di arrivo stesso.


INDIVIDUAZIONE CONCORRENTI
Un’ora prima della gara ogni concorrente dovrà presentare alla segreteria dell’organizzazione la documentazione attestante la sua iscrizione alla manifestazione se richiesta on-line;  il certificato medico per attività non agonistiche  valida per l’anno in corso,  per tutti,  amatori ed agonisti anche se tesserati (Fin-UISP-FITRI…..).
Verranno annotati sul foglio di iscrizioni i riferimenti specifici di ciascun tipo di tesseramento (numero del tesserino federale per atleti agonisti o master.
Ad ogni concorrente dovrà essere assegnato un numero di partecipazione che dovrà essere chiaramente evidenziato sulla calotta o/e su entrambe le braccia, o/e sulla schiena, a seconda delle disposizioni del regolamento gara.
Nelle gare di Fondo e Gran Fondo è obbligatoria anche la numerazione della barca.
L’individuazione dei concorrenti da parte della giuria non può essere  unificata al perfezionamento dell’iscrizione gara all’Organizzatore (pagamento tassa gara, consegna gadget ecc).

NORMATIVA SANITARIA
a) – per la tutela sanitaria valgono le disposizioni per gli atleti agonisti riportate nelle Circolari Normativa Generale F.I.N. –U.I.S.P. F.I.T.R.I. etc.
b) – prima della partenza i concorrenti, sotto la propria responsabilità, devono dichiarare al medico di gara tutti i farmaci assunti nelle 24 ore precedenti e/o quelli che intendono assumere durante la gara stessa e la propria incompatibilità a farmaci specifici, ciò per eventuali interventi di pronto soccorso;

TEMPO MASSIMO
In linea generale non esiste un tempo massimo consentito per la regolarità degli arrivi ai fini della classifica salvo eventuali indicazioni specifiche previste nei singoli bandi di gara.

REGOLAMENTO GENERALE E TECNICO DELLA SINGOLA MANIFESTAZIONE
Il “Regolamento Generale e Tecnico della Manifestazione” dovrà contenere i seguenti elementi:
•    punti di partenza e di arrivo segnalati da boe visibili e relativo percorso gara da riportare su carta nautica
•    distanza espressamente indicata tra le varie boe e punti salienti del percorso;
•    percorso alternativo di riserva;
•    indicazione precisa per le gare di gran fondo su dove i concorrenti potranno essere affiancati dalle barche appoggio;
•    indicazione per le gare di gran fondo delle modalità di imbarco degli accompagnatori;
•    piano orario indicante:punto ed ora di ritrovo; ora di partenza ed arrivo; orario e modalità premiazioni;
•    indicazioni precisa su eventuali offerte di pasti e pernottamenti, convenzioni e/o facilitazioni alberghiere;
•    indicazioni sul tipo e modalità di assegnazione dei premi.
“I requisiti minimi di funzionalità” sono quei requisiti la cui presenza permette al giudice o al responsabile di far disputare la manifestazione. L’assenza di tali
garanzie può portare alla mancata disputa della manifestazione o alla sua interruzione.
“I requisiti minimi di funzionalità” dovranno essere preventivamente assicurati dall’organizzatore al momento della richiesta di organizzazione della gara.

ASSISTENZA SANITARIA E PRONTO SOCCORSO
• Presenza di un medico;
• Presenza di un’ambulanza per l’intera manifestazione.

BARCHE ASSISTENZA PER I CONCORRENTI
• Nel Mezzo Fondo una barca ogni 10 concorrenti o una barca ogni 400 mt. di percorso;
• Nel Fondo per gare fino a 10 Km. non particolarmente difficili senza l’attraversamento di lunghi tratti di mare aperto, una barca ogni 10
concorrenti o ogni 500 metri di percorso;
• Nelle gare di Fondo superiori a 10 Km. o comunque con lunghi tratti di mare aperto, e nelle gare di Gran Fondo una barca appoggio per
ogni concorrente.

BARCHE PER I GIUDICI
• Per tutte le gare un numero sufficiente di barche, atto a trasportare i giudici ed a garantire la regolarità tecnica della manifestazione


GOMMONI ED IMBARCAZIONI VELOCI
• Due per assistenza sanitaria e generale, in qualsiasi tipo di manifestazione

DISPUTA DELLA MANIFESTAZIONE
La disputa della manifestazione potrà avvenire regolarmente come già detto, in presenza dell’autorizzazione della manifestazione e dei requisiti minimi di funzionalità.
Esistono però casi in cui la manifestazione potrà non avere luogo o essere interrotta prima della fine. Tali casi sono:

a) condizioni meteo – marine, climatiche e di sicurezza
In caso di condizioni meteo – marine, climatiche avverse o di scarsa sicurezza in acqua, sarà discrezione del comitato organizzatore in concerto con i responsabili del circuito, in base alle proprie competenze decidere sull’opportunità o meno di sospendere, interrompere revocare la gara.

b) Regolarità Tecnica e Logistica della Manifestazione
La regolarità di una manifestazione sarà accertata dal Osservatore Nal in concerto e collaborazione al responsabile del Comitato Organizzatore attraverso il raffronto tra quanto visto e messo a disposizione dell’organizzazione in termini di sicurezza e requisiti tecnici della gara, ed il presente regolamento. In mancanza dei “Requisiti minimi di funzionalità”, e di contestata grave inadempienza, non sanata e non sanabile il l’Osservatore Nal ha facoltà di comunicare al responsabile comitato organizzazione di non riconoscere la manifestazione per “mancanza dei requisiti minimi di funzionalità” che invalidano quindi la “regolarità tecnica e logistica della manifestazione”.
Di tale eventuale decisione dovrà essere verbalizzata la motivazione .

13) Premiazioni
Le premiazioni potranno avere luogo solo dopo l’arrivo dell’ultimo concorrente e sulla base delle classifiche consegnate dai cronometristi alla segreteria dell’Organizzatore che ha il compito di stilare la classifica finale d’arrivo .
E’ auspicabile che la premiazione sia abbinata ad un rinfresco per tutti i concorrenti a cura dell’Organizzazione.

CLASSIFICHE E CATEGORIE

Le classifiche  del circuito sono così composte: “ASSOLUTA” maschile,  “ASSOLUTA”  femminile, “MASTER” maschile  e  MASTER femminile.
Le classifiche assolute  non fanno distinzione di età, nazionalità o federazione di appartenenza. Stessa modalità per le classifiche  MASTER  ad eccezione per le fasce  di età raggruppando gli atleti in 9 fasce così suddivise e denominate:

 

Dal       

al   

 

Ante 56

1956

O 60

1957

1961

M 55

1962

1966

M 50

1967

1971

M 45

1972

1976

M 40

1977

1981

M 35

1982

1986

M 30

1987

1991

M 25

1992

in poi

U 25

Ogni tappa del circuito assegnerà  punteggio per i primi 10 classificati assoluti ed i primi 10 classificati di ogni categoria master.

Le modalità di assegnazione punteggi sono uguali per tutte le classifiche generali.

Ogni tappa assegna punteggio con il seguente criterio:

2 punti al 10°  o all’ultimo  classificato se i partecipanti sono meno di 10,
4 punti al   9°  o al penultimo classificato se i partecipanti sono meno di 10,
6 punti all’ 8°  o al terzultimo  classificato se i partecipanti sono meno di 10,
8 punti al   7°  o al quartultimo  classificato se i partecipanti sono meno di 10,
10 punti al 6°  o al quintultimo  classificato se i partecipanti sono meno di 10,
e così via in progressione  di 2 fino al 1°.
A questi si aggiunge il  punteggio “bonus piazzamento” per i primi tre arrivati:

15 al 1°,
10 al 2°,
  5 al 3°.  

Per entrare in classifica generale occorre aver partecipato e concluso almeno 3 gare del presente calendario.   

La classifica finale verrà determinata dalla sommatoria dei punti ottenuti nelle singole gare, ma verranno presi in considerazione al massimo i 20 migliori  risultati.

ADDENDUM: Al termine del circuito nel caso in cui  due o più atleti abbiano lo stesso punteggio, per l’assegnazione del piazzamento nella classifica finale , verranno conteggiate il numero di vittorie nelle singole tappe, in caso di ulteriore parità si conteranno i 2° posti  ed eventualmente i 3° posti. Persistendo la parità verranno presi in considerazione gli scontri diretti, ossia quelle gare in cui erano presenti tutti e due i contendenti a pari punti;  il concorrente che avrà vinto più scontri diretti avrà assegnato la migliore posizione. Se anche in questo caso non vi sarà differenza la posizione verrà assegnata ex-equo.

Contatti NAL

 

NAL SARDEGNA
Via Venezia 8
Tortolì - Arbatax
SARDEGNA | ITALY

CAP08048

Per info e contatti sito web
Email : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consula la nostra Privacy Policy.

I accept cookies from this site